La Francia fa un passo avanti in procreazione assistita

L’Assemblea nazionale francese ha approvato l’estensione della legge sulla procreazione medicalmente assistita a tutte le donne, single o coppie lesbiche, tecnche fino ad ora riservate alle coppie eterosessuali. La decisione è stata presa nonostante la forte opposizione dei partiti di destra… Coloro che ritengono che  la nuova estensione è un’ingiustizia ed un’aberrazione … e di lasciare consapevolmente i bambini orfani di padre.

Get your family ha pubblicato diversi post in altre occasioni sul concetto di FAMIGLIA. Affetto, educazione, amore incondizionato, know-how, valori … … non risiedono nel genere di una persona o nel numero di genitori … la società avanza, non rimanere indietro!

Numerosi studi, condotti essenzialmente in altri paesi, concludono che i bambini nati attraverso tecniche di  riproduzione assistita in famiglie omoparentali crescono esattamente come gli altri nati da coppie eterosessuali e biparentali. Una dichiarazione che la destra francese, la chiesa e altri gruppi si rifiutano di accettare.

La legge è stata approvata con 55 voti contro 17 e 3 astensioni, nel complesso del disegno di legge sulla bioetica.

L’articolo contempla che le coppie lesbiche e le donne single possono optare per questo metodo per avere un figlio e che la procedura medica sia finanziata dalla previdenza sociale. Attualmente questo è riservato alle coppie eterosessuali. Era una promessa elettorale dell’attuale presidente della Francia, rivendicata dalle associazioni LGBT, ma che ha suscitato una grande opposizione tra i settori conservatori del paese.

Questo allargamento consentirà a molte donne di realizzare il loro sogno di creare una famiglia … poiché molte non potevano scegliere di lasciare il Paese per portare avanti il ​​procedimento negli Stati in cui è permesso a causa di problemi economici o lavorativi.

Tutta la legge continua a essere oggetto di dibattito in seno all’Assemblea nazionale e la sua lettura passerà successivamente al Senato, in una data ancora da definire. Il ministro della sanità francese, Agnès Buzyn, vuole vederlo approvato prima dell’estate.

In caso di successo, la legge metterà fine anche all’anonimato dei donatori di sperma, che attualmente impedisce ai nati da riproduzione assistita di conoscere l’identità del loro genitore biologico.

Speriamo che la l’ITALIA e la SPAGNA  seguano l’esempio della FRANCIA in termini di anonimato dei donatori perché è ancora oggi un argomento che preoccupa coloro che hanno bisogno di ricorrere ad  una donazione di gameti maschili.. Ne parleremo in un altro POST. Lo promettiamo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...